CHIARA RAIMONDI: RACCONTARE IL MITO E RACCONTARSI NEL MITO

Chiara Raimondi si presenta come una ragazza genuina, forse un po’ introversa, ma piena di grinta e passione. Infatti, nonostante la sua giovane età, è già riuscita a farsi spazio nel mondo del fumetto italiano.  

L’Agente Segreto è il nome della sua prima produzione realizzata sulla sceneggiatura di Giuseppe Andreozzi e pubblicata dalla Shockdom. Si tratta di una rivisitazione dell’omonimo romanzo di J. Conrad, ambientato nella Londra dei giorni nostri, dove a scontrarsi sono il governo britannico e l’estremismo islamico.

D’altronde, gran parte della produzione di Chiara si ispira a racconti del passato: “Sono una gran appassionata di storia, di ogni epoca ma in particolare del mondo antico”, spiega. Ed ecco che quella vena di timidezza che caratterizza Chiara svanisce nei personaggi che popolano le sue illustrazioni.

credits Chiara Raimondi

Trovo che personaggi del passato, lontani da noi e di cui magari conosciamo la storia solo per sommi capi, siano spesso figure che si prestano benissimo ad essere ‘riempite’ con ciò che si vuole dire, ottenendo risultati davvero efficaci. Basta pensare a L’Agente Segreto, un racconto spaventosamente attuale che abbiamo realizzato semplicemente traslando la figura del protagonista del romanzo originario nel mondo di oggi. Ogni epoca nasconde materiale affascinante da raccontare, basta sapere dove cercare”.

Ed è proprio questo processo creativo che sta alla base di uno dei progetti più cari a Chiara. “Sto lavorando ad un fumetto, ancora in fase di proposal, composto da tre storie di personaggi che ruotano attorno alla Biblioteca d’Alessandria.” – spiega – “Tutti i protagonisti di questi racconti hanno dovuto affrontare grosse rinunce e sacrifici per inseguire i propri sogni e le proprie passioni. In queste figure rivedo tutte quelle persone che scelto di vivere dedicandosi a ciò che amano, anche se questo spesso comporta scontrarsi con molti ostacoli”.

Attraverso il mito, Chiara ci fa riscoprire la meraviglia verso la “divinità”, intesa come manifestazione della natura nella realtà che ci circonda, ridando valore ai ricordi che scaturiscono dalle cose della quotidianità.

credits Chiara Raimondi

Al tema della memoria e del ricordo si ispira anche un altro progetto a cui Chiara sta lavorando, scritto da Brian Freschi dal titolo La Notte del Capitano, una storia ambientata nel santarcangiolese un cui un’anziana malata di Alzheimer accoglie in casa un giornalista fallito a patto che riscriva tutta la sua vita.  “È un progetto che aspetta un editore, quindi chi è interessato si faccia pure avanti!”, aggiunge.

L’intimità di questi personaggi si esprime anche attraverso una tavolozza dove a predominare sono i toni dell’ocra, del marrone e del verde, quasi a ricordare la campagna bellariese dove Chiara è cresciuta. Ed ecco che le figure storiche e mitologiche diventano, nelle sue illustrazioni, dei compagni di cammino, delle presenze famigliari.

credits Chiara Raimondi

“Quando inizio un progetto o un’illustrazione parto sempre da un ideale perfetto di quello che dovrebbe essere il risultato finale. Certe volte mi avvicino di più a questa idea, certe volte meno, ma è quando sento di essermi avvicinata più del solito che capisco che quello è lo stile più adatto a me e a cosa voglio raccontare in quel dato momento.” – continua – “Dietro c’è un gran lavoro di ricerca iconografica e storica. Cerco di adattare il mio stile in modo che si avvicini il più possibile a quello che voglio dire. Credo che proprio lo stile sia una tematica importante: devi saper rielaborare ciò a cui ti ispiri, in modo da non limitarti ad essere una semplice copia ma cercare il più possibile di creare qualcosa di tuo”.

credits Chiara Raimondi

Chiara è l’esempio lampante di come il talento e la voglia di mettersi in gioco non per forza si debbano manifestare con una personalità estroversa o una spigliata parlantina. Anzi, è attraverso le sue storie ed i sui personaggi che Chiara riesce al meglio a parlare di sé e ad esprimendo al massimo la passione per il mondo del fumetto e la sua determinazione di giovane artista.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...