FILOMENA GALVANI: L’ILLUSTRAZIONE E’ UN PONTE

L’illustrazione è un ponte fra quello che è scritto e quello che immagini”, racconta Filomena. Non solo. La sua produzione mette insieme con splendido equilibrio elementi di varie discipline artistiche attraverso l’accostamento cromatico dei colori e la delicatezza onirica delle sue figure.

“Amavo le Lettere, perciò mi sono iscritta al Liceo Classico.” – racconta Filomena – “In più studiavo violino. Finito il liceo, ho dedicato un anno interamente agli esami del conservatorio, tuttavia sentivo che mi mancava qualcosa, volevo approfondire gli studi riguardanti l’altra mia grande passione, il disegno.  Da piccola sfogliavo i libri per bambini e imparavo a memoria i nomi degli illustratori. Era una mia ossessione. Così mi sono ho iniziato il mio percorso all’ Accademia di Belle Arti a Bologna, ma dopo la fine del primo anno mi sono iscritta all’ISIA di Urbino”.

Le illustrazioni di Filomena derivano dall’osservazione e dallo studio di gradi maestri del passato. Ad esempio, all’arte medievale e fiamminga si ispira per la staticità delle figure, per rendere quell’idea di equilibrio precario che al contempo suggerisce il movimento attraverso la gestualità dei personaggi. Altra grande fonte di ispirazione sono le opere di Wassily Kandinsky, proprio per l’abilità dell’artista di coniugare nei suoi dipinti diverse espressioni artistiche, come la musica e la pittura, che fanno parte anche del percorso di Filomena.

credits Filomena Galvani


Ed ecco che equilibrio e staticità, realtà e sogno, trovano la loro armonia nella sua produzione, attraverso immagini che sembra quasi basti un soffio per farle muovere e prendere vita. “C’è sempre un velo di malinconia nelle mie immagini. Forse si tratta più di melancolia , se così si può dire, del piacere che deriva dall’appartarsi nei propri ricordi e nei propri sogni, in quel mondo interiore sospeso nel tempo”. Non a caso il blu scuro è uno dei colori principali delle sue illustrazioni e spesso viene utilizzato proprio per lo sfondo, come se le figure emergessero dal mondo onirico, dal buio dei ricordi.

cedits Filomena Galvani



La ragazza con la frangetta, invece, è una delle figure ricorrenti nella produzione di Filomena: “Quella ragazza sono io. È nato tutto da uno studio sulla figura umana fatto in Accademia richiesto dalla mia insegnante Octavia Monaco. Con il tempo mi sono accorta che stavo sempre riproducendo me stessa e che ero affezionata a quella protagonista. Si tratta di una ricerca che sto portato avanti legata prima alla forma e poi all’interiorità. Infatti, il disegno è anche un metodo grazie al quale sono arrivata a conoscermi. Ad esempio, con il tempo ho imparato che lavoro molto meglio non realizzando delle bozze, ma passando subito al definitivo, perché l’idea che ho in mente perderebbe la sua freschezza originale. Lavoro d’intuito e forse anche per questo mi trovo sempre a mettere la mia immagine nel foglio”.

cedits Filomena Galvani



Durante la scorsa estate Filomena ha svolto una serie di workshop per bambini e descrive l’esperienza come qualcosa che l’ha aiutata a schiarirsi le idee riguardo ai suoi progetti futuri. “Inizialmente ero molto indecisa se dedicarmi all’illustrazione in generale o specializzarmi nell’illustrazione per bambini. Grazie all’esperienza nei centri estivi mi sono appassionata a quest’ultima. Ho realizzato appieno il valore e l’importanza che l’illustrazione ha nella crescita e nello sviluppo. I bambini apprendono soprattutto attraverso le immagini e con le stesse puoi suggerire loro concetti che magari avresti difficoltà ad esprimere con le parole. Proprio per questo motivo mi piacerebbe approfondire gli studi sulla psicologia infantile e sulla pedagogia. Tuttavia, non escludo anche di poter lavorare con la grafica o con l’illustrazione in senso più ampio. Devo iniziare a breve la magistrale all’ISIA di Urbino e non si sa mai che in questo continuo processo di ricerca e sperimentazione le cose possano cambiare nuovamente!”.

cedits Filomena Galvani


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...